Infarto sul primo binario. Mezz’ora dopo è gia’ operato.

Set 01, 2017

Mezz’ora per passare dall’infarto che lo ha colpito in stazione a Bologna all’intervento di angioplastica all’ospedale Maggiore che gli ha salvato la vita. E’ ora ricoverato in buone condizioni l’uomo che martedì mattina e’ stato colpito da un arresto cardiaco mentre era al bar della stazione, al primo binario. A riferire l’accaduto e’ l’Ausl di Bologna, in una nota. L’uomo e’ stato soccorso immediatamente dal personale della Polfer, che ha eseguito le prime manovre con il defibrillatore, anticipando i mezzi di soccorso del 118 giunti sul posto in sei minuti. L’uomo e’ stato quindi portato in ambulanza al Maggiore, dove e’ stato subito sottoposto a una coronarografia d’urgenza, per poi essere ricoverato in cardiologia dove e’ tuttora in buone condizioni. «La conclusione di questo evento- sottolinea l’Ausl- conferma che la tempestivita’ negli interventi per arresto cardiaco, quando puo’ contare su una pluralita’ di soggetti soprattutto `laici´ in grado di eseguire le prime manovre salvavita, incide positivamente sull’esito. A tutto cio’ ha contribuito significativamente anche l’investimento ultradecennale dell’azienda per la creazione di una rete di soccorritori non sanitari formati all’utilizzo dei defibrillatori e la creazione di procedure condivise con Grandi Stazioni».

Nella foto 1 Mirco Boninsegna, nella foto 2 a destra, Joao Dal Pra’ entrambi dell’equipaggio 118/CROCE ROSSA che ha effettuato il trasporto in tempo record

Mirco_Boninsegna